Passa ai contenuti principali

Il Barocco/Baroque

 

 

La parola barocco proviene da origini italiane e portoghesi e significa forma di perla irregolare. La parola fu usata per descrivere lo stravagante stile artistico prevalente nel XVII secolo, caratterizzato da dettagli esuberanti, colori intensi, ornamenti sofisticati, dove anche il repertorio classico è usato per provocare un effetto shock. Questo stile iniziò a Roma e poi si diffuse rapidamente nel nord Italia e in tutta l'Europa, influenzando tutte le arti, l'architettura e la moda.

Le tendenze della moda erano prevalentemente definite e seguite dai monarchi e dalle corti nobiliari. Gli abiti erano sontuosi e con un uso eccessivo di decorazioni sia per gli uomini che per le donne e la camicia bianca di lino continuava ad essere usata come indumento   2.6.1            intimo.


La seta e il velluto erano i tessuti                    2.6.2

preferiti, mentre il lino era usato per l'interno dei vestiti. I tessuti erano decorati con motivi a melograno o a carciofo, motivi floreali, tessuti e ricamati.

Le signore indossavano diversi tipi di abiti, a seconda delle corti in cui venivano usati. Il farthingale grande veniva sostituito con tessuto a strati o imbottito all'anca per creare un effetto pieno e fluente. Spesso venivano indossate due gonne una sopra l'altra. La gonna sopra, chiamata Manteau, era aperta sul davanti, per mostrare la sottogonna, con un bustino sul retro o con un lungo strascico. 

Il corsetto rigido fu sostituito da stecche flessibili e gli abiti avevano spesso un'ampia scollatura, nota come decolletage, completata da un grande colletto rigido o di pizzo. Le maniche erano larghe assemblate al polso o al gomito, con polsini di pizzo (2.6.1).  All'inizio del XVII secolo il costume dei signori era abbastanza sobrio, per diventare successivamente lussuoso e stravagante, come lo stile femminile.

L'uomo indossava pantaloni semplici che       cadevano al ginocchio o sotto il ginocchio, un farsetto di raso liscio con ampio colletto e polsini di pizzo, cappello di piume o a tesa larga, stivali alti fino al ginocchio e baffi (2.6.2). 

Con il regno di Luigi XIV la moda dei gentiluomini divenne più stravagante con pantaloni lunghi e larghi e lunghi volant di pizzo o jabots invece di un grande colletto. L'uomo cominciò ad usare stivali alti e i capelli erano lunghi dopo la spalla, spesso arricciati.                  




2.6.3
La moda maschile cambia di nuovo prima della fine del regno di Luigi XIV con uno stile più decorativo. Le braghe erano più strette,  abbottonate o fibbiate al ginocchio, i gambali sotto i pantaloni (2.6.3).

Il cappotto, noto come brandenburgs, era lungo, con maniche ripiegate, con asole bordate di trecce, e veniva spesso indossato aperto per mostrare il lungo gilet. Dal cappotto usciva una specie di lunga sciarpa, chiamata stein irks, semplice o leggermente orlata. La moda delle lunghe ali arricciate continuò nel secolo successivo (2.6.4).

                                                                             2.6.4                      

 









Baroque/Barocco

 

Baroque word come from Italian and Portuguese origins and means irregular pearl’ shape. The word was used to describe the extravagant artistic style prevalent in the 17th century, characterized by exuberant details, intense colours, sophisticated ornaments, where also the classical repertoire is used to provoke shock effect. This style started in Rome and then spread quickly in north Italy and in all the Europe, influencing all the arts, architecture and fashion.

Fashion trends were predominantly defined and followed by monarchs and noble courts. Clothes were sumptuous and with an excessive use of decoration for both men and women and the white linen shirt continued to be used as undergarment.

Silk and velvet were the mostly preferred fabric, while linen was used for the inside of clothes. Fabrics were decorated with pomegranate or artichoke patterns, floral motif, woven and embroidered.

Ladies wore different type of dress’ style, depending on the courts in which it were used. Large farthingale was replacing with layered fabric or padded at the hip to create a full flowing effect. Often two skirts were worn one on the top of each other. The over skirt, called Manteau, was open at the front, to show the underskirt, with a bustle at the back or with long train. 

2.6.1

The hard fitting corset was replaced by flexible stays and dresses had often a large neckline, known as decolletage, completed with a large stiff ruff or lace collar. Sleeves were large assembled at the wrist or elbow, with lace cuffs (2.6.1).  At the beginning of the 17th century gentlemen costume was quite sober, to become successively luxurious and extravagant, such as woman’s style.

                                                                        2.6.2

Man wore plain pantaloon breeches fell to or below the knee, a smooth satin doublet with large lace collar and cuffs, feathers hat or wide -brimmed hat, knee-high boots, and moustaches (2.6.2). 

With the reign of Louis XIV gentlemen’s fashion became more extravagance with a long, large breeches and long lace ruffle or jabots instead than large collar. Man started to use high hill boots and hair were long after shoulder, often curled.                  2.6.3

Male’s fashion change again before the end of the reign of Louis XIV with a more decorative style. The breeches were tighter, buttoned or buckled at the knee, leggings underwear (2.6.3).

The coat, known as brandenburgs, was long, folded over sleeves, with braid-trimmed buttonholes, and was often worn open to show the long waistcoat. Out of the coat a sort of long scarf, called stein irks, plain or lightly trimmed. The fashion of long curled wings started to continue in the following century (2.6.4).

                                                                      2.6.4

----------------------------------------------------------------

Il Barocco

 

La parola barocco proviene da origini italiane e portoghesi e significa forma di perla irregolare. La parola fu usata per descrivere lo stravagante stile artistico prevalente nel XVII secolo, caratterizzato da dettagli esuberanti, colori intensi, ornamenti sofisticati, dove anche il repertorio classico è usato per provocare un effetto shock. Questo stile iniziò a Roma e poi si diffuse rapidamente nel nord Italia e in tutta l'Europa, influenzando tutte le arti, l'architettura e la moda.

Le tendenze della moda erano prevalentemente definite e seguite dai monarchi e dalle corti nobiliari. Gli abiti erano sontuosi e con un uso eccessivo di decorazioni sia per gli uomini che per le donne e la camicia bianca di lino continuava ad essere usata come indumento   2.6.1            intimo.


La seta e il velluto erano i tessuti                    2.6.2

preferiti, mentre il lino era usato per l'interno dei vestiti. I tessuti erano decorati con motivi a melograno o a carciofo, motivi floreali, tessuti e ricamati.

Le signore indossavano diversi tipi di abiti, a seconda delle corti in cui venivano usati. Il farthingale grande veniva sostituito con tessuto a strati o imbottito all'anca per creare un effetto pieno e fluente. Spesso venivano indossate due gonne una sopra l'altra. La gonna sopra, chiamata Manteau, era aperta sul davanti, per mostrare la sottogonna, con un bustino sul retro o con un lungo strascico. 

Il corsetto rigido fu sostituito da stecche flessibili e gli abiti avevano spesso un'ampia scollatura, nota come decolletage, completata da un grande colletto rigido o di pizzo. Le maniche erano larghe assemblate al polso o al gomito, con polsini di pizzo (2.6.1).  All'inizio del XVII secolo il costume dei signori era abbastanza sobrio, per diventare successivamente lussuoso e stravagante, come lo stile femminile.

L'uomo indossava pantaloni semplici che       cadevano al ginocchio o sotto il ginocchio, un farsetto di raso liscio con ampio colletto e polsini di pizzo, cappello di piume o a tesa larga, stivali alti fino al ginocchio e baffi (2.6.2). 

Con il regno di Luigi XIV la moda dei gentiluomini divenne più stravagante con pantaloni lunghi e larghi e lunghi volant di pizzo o jabots invece di un grande colletto. L'uomo cominciò ad usare stivali alti e i capelli erano lunghi dopo la spalla, spesso arricciati.                  




2.6.3

La moda maschile cambia di nuovo prima della fine del regno di Luigi XIV con uno stile più decorativo. Le braghe erano più strette,  abbottonate o fibbiate al ginocchio, i gambali sotto i pantaloni (2.6.3).

Il cappotto, noto come brandenburgs, era lungo, con maniche ripiegate, con asole bordate di trecce, e veniva spesso indossato aperto per mostrare il lungo gilet. Dal cappotto usciva una specie di lunga sciarpa, chiamata stein irks, semplice o leggermente orlata. La moda delle lunghe ali arricciate continuò nel secolo successivo (2.6.4).

                                                                             2.6.4                      

 

Commenti

Post popolari in questo blog

Regali di Natale per lei, donna, mamma e amica.

Sta arrivando il Natale e come ogni anno i regali diventano il tuo dilemma, cosa regalare ad un amica, alla mamma, alla sorella, alla fidanzata. Tante idee e tanti dubbi: non so cosa comprare, non ho molti soldi, le piacerà? L’ importante è sempre fare le cose con il cuore. Noi siamo qui per aiutarti a risolvere il problema.  Il regalo deve essere bello, ma per essere gradito deve sempre rispecchiare la personalità di chi lo riceve. Oppure finirà sullo scaffale dello sgabuzzino pronto per essere al più presto riciclato.  Ovviamente più alto sarà il nostro budget e più facile sarà comprare i regali e per  questo che il mio obbiettivo sarà invece aiutare il compratore medio, guidandolo nella scelta giusta senza spendere troppo . Prima di tutto, cominciamo dicendo che io sconsiglio  di regalare dei vestiti, a meno che nn si conosce benissimo la persona alla quale si fa il regalo. L’abbigliamento è sempre molto personale, quindi al massimo ci si deve limitare a regalare delle sciarpe o fou

Rinascimento

La parola francese Renaissance significa rinascita, e si riferisce a una storia europea emersa dalla fine del Medioevo all'era della modernità, radicando i secoli XV e XVI. Il rinascimento comprendeva la rinascita delle fonti classiche, come sculture, architetture, scienza, filosofia, matematica, e fu un periodo di commercio, invenzione, comunicazione, scoperta, arte e lusso. Durante il Rinascimento l'abbigliamento divenne un investimento estremamente importante, simbolo del lusso e della ricchezza delle corti.  Firenze fu, durante il Rinascimento, il maggior centro di influenza e innovazione, scenario di idee intellettuali e artistiche. Artisti come Leonardo Da Vinci, Raffaello, Boccaccio, Donatello e altri lavorarono a Firenze ed è attraverso la loro arte e i loro ritratti che abbiamo conosciuto la moda nel periodo rinascimentale.  Il guardaroba delle donne era composto da un abito di lino bianco con maniche lunghe e un abito lungo in colore contrastante, con un top stretto e

Curiosità sul natale: come si festeggia negli altri paesi?

Il Natale è  la festività più conosciuta al mondo. Ovunque ci saranno gli alberi di Natale, con i regali, le letterine per Babbo Natale, il cenone della vigilia, e in molti paesi anche il presepe. Spesso pensiamo che il Natale sia solo questo,  ma  in realtà non è così, ci sono infatti diverse tradizioni legate ad ogni paese, alcune completamente lontane dalle nostre. Di seguito alcune curiose tradizioni di paesi vicini e lontani. In Germania La leggenda vuole che la notte del 5 Dicembre i bambini si preparino all’ arrivo di St. Nikolaus  lasciando le proprie scarpe sul davanzale o fuori dal portone. Quella notte St. Nikolaus lascerà nelle scarpe dei bimbi buoni dei cioccolatini e in quelle dei bimbi birichini dei ramoscelli di legno.Oggi la maggior parte dei bambini tedeschi appende le scarpette all’albero di Natale. Austria e Trentino Alto Adige  Una delle tradizioni più bizzarre è quella di Krampus, la demoniaca figura mezza capra e mezzo uomo che scende nelle strade alla ricerca de