Passa ai contenuti principali

Il Medio Evo/Middle Age

Con le parole Medioevo identifichiamo il periodo storico tra il crollo dell'Impero Romano e l'inizio del Rinascimento (dal 500 al 1500 d.C.). 



All'inizio il costume europeo era semplice e pratico, simile a quello romano. Le prove dell'Alto Medioevo sono nella miniatura, una piccola illustrazione usata per decorare il manoscritto medievale. 

Sia i ricchi che i poveri indossavano lo stesso tipo di indumento fatto con una tunica. La donna indossava due pepli, corti o lunghi, una tunica sopra un'altra, quella superiore era tirata fino all'ascella. L'indumento femminile era spesso impreziosito da decorazioni come ricami, fodere di pelliccia sull'inverno, gioielli, spille e cinture. I tessuti utilizzati erano il lino e la lana. Fu solo intorno all'XI secolo che gli abiti del medioevo migliorarono il loro stile. 

Gli uomini continuarono ad indossare una tunica, probabilmente di lana, più lunga al ginocchio o alla caviglia, con maniche lunghe e con un collo alto. La donna indossava un abito aderente, sempre lungo, a volte decorato con una cintura sui fianchi e con un mantello semicircolare per coprire le spalle. 

Ricami o bordi erano usati per decorare il collo e i bordi. L'uomo, inoltre, indossava un piccolo cappello decorato con una spilla, e lunghe calze e le donne si coprivano la testa con un velo, tenuto da una fascia. Sia le donne che gli uomini indossavano scarpe di cuoio. 


Durante il XII secolo la moda cambiò lentamente e sia la donna che l'uomo iniziarono a indossare abiti simili. L'uomo indossava una tunica lunga fino a metà polpaccio con maniche selvagge, indossata sopra una canottiera lunga fino alle caviglie e un piccolo cappello a volte bordato e con pelliccia, lunghi tight e un mantello semicircolare che si chiudeva sulle spalle. La donna indossava una lunga tunica a cintura con maniche lunghe con polsino, con una lunga cravatta per capelli con nastri e un velo corto tenuto con coroncina ingioiellata. Come suggeriscono le prove archeologiche, le scarpe a quel tempo erano molto decorate.

Intorno al XIII secolo ci fu un cambiamento nell'abbigliamento femminile. Le signore indossavano lunghi abiti con un profondo giromanica, e la tunica con una scollatura poco rivelatrice. Le lunghe trecce erano ora arrotolate in uno chignon e coperte da un velo o da un copricapo di rete e avvolte da una fascia di lino tutto intorno alla testa e sotto il mento.

 L'uomo preferiva la tunica corta, spesso sputata sul davanti e decorata con disegni ricamati. Sia le donne che gli uomini indossavano il mantello, di solito tenuto con un cordone sulla spalla o con un solo fermaglio sul davanti o con due spille situate nel mezzo. Intorno all'anno 1300, mentre la gente povera continua ad indossare abiti semplici, i vestiti della gente ricca cominciarono ad essere più elaborati. Le signore indossavano abiti aderenti con maniche strette con polsini lunghi e scollature basse, a volte squadrate o arrotondate, con bordi ricamati.

Gli uomini ricchi indossavano una tunica corta e aderente, a volte con un lato diverso dall'altro, e dei gambali. Sia l'uomo ricco che quello povero indossavano un mantello a spalla con cappuccio a punta. Tipiche di questo secolo erano le poulaines, scarpe con lunghe punte appuntite, per indicare il rango di chi le indossava. Le scarpe da donna erano meno appuntite di quelle da uomo. 

L'abbigliamento nel XV secolo era lo sfoggio del lusso, caratterizzato da eccessi e stravaganze, con vesti decorate e voluminose. All'inizio del secolo i giovani uomini indossavano spesso una tunica corta e stretta con maniche lunghe e maniche corte a sbuffo, e un cappotto lungo, a metà o al polpaccio, senza maniche. Gli abiti delle donne erano ora ricchi e voluminosi con maniche a sbuffo. Le signore a volte indossavano un lungo cappotto con grandi maniche, decorato con perle e nastri, e attaccato sul davanti con cinghie d'oro. Le perle erano anche usate per decorare i capelli e i copricapi. Alla fine del secolo l'uomo veste grandi maniche a sbuffo e colletto alto, mentre le donne hanno spesso le spalle larghe con un top aderente. A volte le maniche erano trasparenti fatte in organza, lasciando la pelle vedere attraverso. Sia l'uomo che le donne iniziarono a indossare più gioielli come spille, collane, cinture e bottoni.


^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

With words Middle Age we identify the historical period between the collapse of Roman Empire and the beginning of Renaissance (500 to 1500 AD).

At the beginning the European costume was simple and practical, similar to the roman’s one. Evidence of Early Middle Age are in the miniature, a small illustration used to decorate the medieval manuscript.

Both rich and poor people wore same type of garment made with a tunic. The woman wore a two peplos, short or long, one tunic on the top of another, the top one was pulled up to the axilla.  The woman garment was often embellished with decorations such as embroidery, fur lining on winter, jewelled, brooches and belt. The textiles used were linen and wool. 

It was only around the XI century that middle age clothes improved their style.

Men continued to wear a tunic, probably of wool, longer at knee or ankle- length, with long sleeves and fitted with a high neck. 

Woman wore a fitting dress, always long, sometimes decorate with a hip belt and with a semi-circular cloak to cover the shoulder. Embroider or bord were used to decor neck and edges. 

Man, also wear a small hat decorated with brooch, and long socks and the ladies cover their head with veil, held by a band. 

Both ladies and men wore leather shoes.

During the XII century fashion changed slowly and both woman and man started to wear similar clothes.

Man wore a mid-calf-length tunic with wild sleeves, worn over an ankle-length undershirt and a small hat sometimes trimmed and with fur, long tight and a semi-circular shoulder fastening mantles.

Woman wore a long belt tunic with long sleeves with cuff, with a long hair tie with ribbons and a short veil held with jewelled coronet.

As archaeological evidence suggest shoes at that time were very decorative.

 

Around the thirteenth century there was a change in woman’s clothing. Ladies wore long overdress with a deep armhole, and the tunic with a little revealing neckline. The long plaits were now coiled in a bun and covered with vail or by net headgear and wrapped with a band of linen all around the head and under the chin.   

Man preferred short tunic, often spitted at the front and decorated with embroidered designs.

Both ladies and men wore cloak were usually held with a cord at the shoulder or single clasp at the front or with two brooches located in the middle.

 

Around the year 1300, while poor people continue to wear clothes that were simple, wealthy people’ s clothes started to be more elaborated. 

Ladies wore fitting gowns with tight sleeves with long cuffs and low necklines, sometimes squared or rounded, with embroidered edges. Rich men wore a fitting short tunic, sometimes with one side different to the other, and legging. Both man wealthy or poor wore shoulder cape with pointed hoody.

 Typical of this century were the piked poulaines, shoes with long pointed toes, to indicate the rank of the wearer. Woman shoes were less pointed of the men one.  


Clothes in 15th century was the display of luxury, characterized by excesses and extravagances, with decorated and voluminous robes.

At the beginning of the century young man often wore a short tight tunic with a long sleeves and short puffed over-sleeves, and a long, mid or calf sleeveless coat.  Woman dresses was now rich and voluminous with puffed sleeves. Ladies sometimes wore a long coat with large sleeves, decorated with pearl and ribbons, and attached across the front with straps of gold trim. Pearls were also used to decorate hair and headdresses.  

At the end of the century man clothes large, puffed sleeves and high collar, while women had often wide shoulders with a tight fitting top. Sometimes sleeves were transparent made in organza, leaving skin see through.  Both man and ladies started to wear more jewellery such as brooches, necklaces, belt and buttons.


 








Commenti

Post popolari in questo blog

Regali di Natale per lei, donna, mamma e amica.

Sta arrivando il Natale e come ogni anno i regali diventano il tuo dilemma, cosa regalare ad un amica, alla mamma, alla sorella, alla fidanzata. Tante idee e tanti dubbi: non so cosa comprare, non ho molti soldi, le piacerà? L’ importante è sempre fare le cose con il cuore. Noi siamo qui per aiutarti a risolvere il problema.  Il regalo deve essere bello, ma per essere gradito deve sempre rispecchiare la personalità di chi lo riceve. Oppure finirà sullo scaffale dello sgabuzzino pronto per essere al più presto riciclato.  Ovviamente più alto sarà il nostro budget e più facile sarà comprare i regali e per  questo che il mio obbiettivo sarà invece aiutare il compratore medio, guidandolo nella scelta giusta senza spendere troppo . Prima di tutto, cominciamo dicendo che io sconsiglio  di regalare dei vestiti, a meno che nn si conosce benissimo la persona alla quale si fa il regalo. L’abbigliamento è sempre molto personale, quindi al massimo ci si deve limitare a regalare delle sciarpe o fou

Rinascimento

La parola francese Renaissance significa rinascita, e si riferisce a una storia europea emersa dalla fine del Medioevo all'era della modernità, radicando i secoli XV e XVI. Il rinascimento comprendeva la rinascita delle fonti classiche, come sculture, architetture, scienza, filosofia, matematica, e fu un periodo di commercio, invenzione, comunicazione, scoperta, arte e lusso. Durante il Rinascimento l'abbigliamento divenne un investimento estremamente importante, simbolo del lusso e della ricchezza delle corti.  Firenze fu, durante il Rinascimento, il maggior centro di influenza e innovazione, scenario di idee intellettuali e artistiche. Artisti come Leonardo Da Vinci, Raffaello, Boccaccio, Donatello e altri lavorarono a Firenze ed è attraverso la loro arte e i loro ritratti che abbiamo conosciuto la moda nel periodo rinascimentale.  Il guardaroba delle donne era composto da un abito di lino bianco con maniche lunghe e un abito lungo in colore contrastante, con un top stretto e

Curiosità sul natale: come si festeggia negli altri paesi?

Il Natale è  la festività più conosciuta al mondo. Ovunque ci saranno gli alberi di Natale, con i regali, le letterine per Babbo Natale, il cenone della vigilia, e in molti paesi anche il presepe. Spesso pensiamo che il Natale sia solo questo,  ma  in realtà non è così, ci sono infatti diverse tradizioni legate ad ogni paese, alcune completamente lontane dalle nostre. Di seguito alcune curiose tradizioni di paesi vicini e lontani. In Germania La leggenda vuole che la notte del 5 Dicembre i bambini si preparino all’ arrivo di St. Nikolaus  lasciando le proprie scarpe sul davanzale o fuori dal portone. Quella notte St. Nikolaus lascerà nelle scarpe dei bimbi buoni dei cioccolatini e in quelle dei bimbi birichini dei ramoscelli di legno.Oggi la maggior parte dei bambini tedeschi appende le scarpette all’albero di Natale. Austria e Trentino Alto Adige  Una delle tradizioni più bizzarre è quella di Krampus, la demoniaca figura mezza capra e mezzo uomo che scende nelle strade alla ricerca de