Passa ai contenuti principali

Lo sapevate che San Valentino…./Did you know that Valentine's Day....



La festa degli innamorati risale all’epoca  romana quando il papa Gelasio I nel 496 dc, volle mettere fine ad un rito pagano chiamato Lupercalia, che prevedeva festeggiamenti immorali dedicati al dio della fertilità e festeggiati il 15 febbraio.  

Giovani nudi vagavano per strada e le matrone erano libere di offrirsi sessualmente a loro. Spesso anche le donne in dolce attesa si sottoponevano al rituale, convinte che  avrebbe fatto bene al nascituro.

Una sorta di libero tutti day, dove i mariti erano tranquillamente cornuti e felici.

Così per mettere fine a quell’usanza il papa Gelasio pensò bene di creare una festa che proteggesse gli innamorati e decise di imporla il giorno prima di quella data, ovvero il 14 Febbraio, giorno che già da calendario era dedicato a San Valentino, che da allora si ritrovò ad essere il protettore degli innamorati.

Tuttavia con gli innamorati San Valentino aveva già avuto a che fare, si narra, infatti che San Valentino venne giustiziato per aver celebrato il matrimonio tra una cristiana e un pagano.

La cerimonia avvenne in fretta perché i giovani erano malati e morirono appena la benedizione fu terminata. Una sorta di Romeo e Giulietta del cristianesimo.

Oggi le coppie di tutto il mondo il 14 febbraio si scambiano regali e auguri, come simbolo del loro amore. Solo la Russia ne esente, dal momento che il santo non fa parte del loro calendario religioso.

 Ormai San Valentino non è più solo inteso come il giorno dell’amore tra gli innamorati, ma è diventata la festa che celebra tutto l’amore anche quello della famiglia e dell’amicizia.

Per cui Buon San Valentino a tutti!

-----------------------

Did you know that Valentine's Day....







The festival of lovers dates back to Roman times when Pope Gelasius I in 496 AD wanted to put an end to a pagan ritual called Lupercalia, which involved immoral celebrations dedicated to the god of fertility and celebrated on 15 February.  

Naked young men roamed the streets and matrons were free to offer themselves sexually to them. Often pregnant mothers would also undergo the ritual, convinced that it would be good for the unborn child.

It was a sort of free everybody day, where husbands were quietly cuckolded and happy.

In order to put an end to this custom, Pope Gelasius decided to create a feast day to protect lovers, and he decided to impose it on the day before that date, 14 February, a day that was already dedicated to Saint Valentine, who from then on became the protector of lovers.

However, St Valentine had already had dealings with lovers. It is said, in fact, that St Valentine was executed for celebrating the marriage between a Christian and a pagan.

The ceremony took place quickly because the young people were ill and died as soon as the blessing was over. A sort of Romeo and Juliet of Christianity.

Today, couples all over the world exchange gifts and good wishes on 14 February as a symbol of their love. Only Russia is exempt, as the saint is not part of their religious calendar.

 Valentine's Day is no longer just the day of love between lovers, but has become a celebration of all love, including family and friendship.

So Happy Valentine's Day to all!


Commenti

Post popolari in questo blog

Regali di Natale per lei, donna, mamma e amica.

Sta arrivando il Natale e come ogni anno i regali diventano il tuo dilemma, cosa regalare ad un amica, alla mamma, alla sorella, alla fidanzata. Tante idee e tanti dubbi: non so cosa comprare, non ho molti soldi, le piacerà? L’ importante è sempre fare le cose con il cuore. Noi siamo qui per aiutarti a risolvere il problema.  Il regalo deve essere bello, ma per essere gradito deve sempre rispecchiare la personalità di chi lo riceve. Oppure finirà sullo scaffale dello sgabuzzino pronto per essere al più presto riciclato.  Ovviamente più alto sarà il nostro budget e più facile sarà comprare i regali e per  questo che il mio obbiettivo sarà invece aiutare il compratore medio, guidandolo nella scelta giusta senza spendere troppo . Prima di tutto, cominciamo dicendo che io sconsiglio  di regalare dei vestiti, a meno che nn si conosce benissimo la persona alla quale si fa il regalo. L’abbigliamento è sempre molto personale, quindi al massimo ci si deve limitare a regalare delle sciarpe o fou

Curiosità sul natale: come si festeggia negli altri paesi?

Il Natale è  la festività più conosciuta al mondo. Ovunque ci saranno gli alberi di Natale, con i regali, le letterine per Babbo Natale, il cenone della vigilia, e in molti paesi anche il presepe. Spesso pensiamo che il Natale sia solo questo,  ma  in realtà non è così, ci sono infatti diverse tradizioni legate ad ogni paese, alcune completamente lontane dalle nostre. Di seguito alcune curiose tradizioni di paesi vicini e lontani. In Germania La leggenda vuole che la notte del 5 Dicembre i bambini si preparino all’ arrivo di St. Nikolaus  lasciando le proprie scarpe sul davanzale o fuori dal portone. Quella notte St. Nikolaus lascerà nelle scarpe dei bimbi buoni dei cioccolatini e in quelle dei bimbi birichini dei ramoscelli di legno.Oggi la maggior parte dei bambini tedeschi appende le scarpette all’albero di Natale. Austria e Trentino Alto Adige  Una delle tradizioni più bizzarre è quella di Krampus, la demoniaca figura mezza capra e mezzo uomo che scende nelle strade alla ricerca de

Rinascimento

La parola francese Renaissance significa rinascita, e si riferisce a una storia europea emersa dalla fine del Medioevo all'era della modernità, radicando i secoli XV e XVI. Il rinascimento comprendeva la rinascita delle fonti classiche, come sculture, architetture, scienza, filosofia, matematica, e fu un periodo di commercio, invenzione, comunicazione, scoperta, arte e lusso. Durante il Rinascimento l'abbigliamento divenne un investimento estremamente importante, simbolo del lusso e della ricchezza delle corti.  Firenze fu, durante il Rinascimento, il maggior centro di influenza e innovazione, scenario di idee intellettuali e artistiche. Artisti come Leonardo Da Vinci, Raffaello, Boccaccio, Donatello e altri lavorarono a Firenze ed è attraverso la loro arte e i loro ritratti che abbiamo conosciuto la moda nel periodo rinascimentale.  Il guardaroba delle donne era composto da un abito di lino bianco con maniche lunghe e un abito lungo in colore contrastante, con un top stretto e